Cuore Pompea! Alla Grana Padano Arena Ravenna k.o. 88-81 d.1 t.s.

Cuore Pompea! Alla Grana Padano Arena Ravenna k.o. 88-81 d.1 t.s.

Nella 23^ giornata di campionato gli Stings affrontano sul parquet di casa della Grana Padano Arena l’OraSì Ravenna, formazione che precede i virgiliani di soli due punti. Coach Finelli inizia il match con Maspero, Veideman, Raspino, Ghersetti e Morse; gli ospiti rispondono con Smith, Rubbini, Cardillo, Masciadri e Hairston. Parte forte la Pompea imponendosi subito sugli ospiti con un parziale di 14-3, merito di una difesa convincente e di alcune belle realizzazioni di Veideman. Tre punti di Gandini sbloccano Ravenna a metà del quarto ma è ancora Rain ad allungare per Mantova. Smith mette a segno due triple filate che portano Ravenna a -7. Raspino fa sentire la sua presenza nella metà campo difensiva rubando palloni e innescando contropiedi. Gli ospiti segnano solo da oltre la linea dei 6.75. Il periodo si chiude sul +7 (24-17) per gli Stings con un canestro di Poggi su assist di Veideman.
Il secondo quarto lo apre un canestro di Montano mentre i mantovani faticano a trovare la via del canestro in questi primi minuti; è Poggi dalla lunetta a segnare i primi due punti biancorossi. Ravenna arriva a contatto con un’ennesima bomba di Smith (26-26) quando mancano poco meno di 6’ all’intervallo. Con i successivi due punti di Morse, la Pompea torna a mettere la testa avanti, ma ribalta di nuovo l’equilibrio il solito Smith da tre. L’incontro prosegue punto a punto per alcuni minuti con le due squadre ad alternarsi al comando. Il primo tempo si conclude con Ravenna sul +2, 36-38, grazie ancora ad una tripla del solito Smith (20 punti per lui a referto fino ad ora).
Nel terzo quarto è Maspero a segnare i primi due punti che valgono la parità 38-38, mentre Veideman segna i due del sorpasso. I giallorossi impattano di nuovo ma Morse ai liberi riporta Mantova al +2. Ancora bagarre in campo ma gli ospiti puntano tutto sul tiro impeccabile da fuori di Smith che da solo allunga 46-49 ai danni della Pompea. Arriva il massimo vantaggio ospite (46-53), sempre dalle mani del #2 giallo-rosso. Visconti accorcia con un gioco da tre punti che dalla lunetta segna il -2 Stings a 2’37” dal termine del periodo. Vencato in contropiede consegna a Poggi la palla per il 54-54. Smith è autore di un altro gap importante che ricaccia i biancorossi a -5 ma Poggi mette una bomba allo scadere per il 57-59 di fine quarto.
L’ultimo quarto lo apre Poggi da sotto che segna e subisce fallo, realizzando tre punti per il vantaggio virgiliano. Vencato segna i successivi tre punti Stings ma sei punti consecutivi di Montano riportano Ravenna in vantaggio (63-65 al 35′). La gara procede punto a punto con l’OraSì che tiene il naso avanti grazie ad un ispirato Montano. Al 38′ un 2/2 ai liberi di Veideman regala la parità (70-70), Ghersetti segna il 73-72 ma poi fa 1/3 ai liberi che tiene apertissimo il match. Hairston segna in tap-in il pareggio che manda le squadre all’overtime.
Smith è tarantolato anche ad inizio supplementare ma la Pompea reagisce alla grande; Poggi impatta sul 78 pari e Veideman insacca la bomba del +3. Raspino ruba palla e vola a schiacciare e Vencato in penetrazione segna l’85-79. Smith fa 2/2 ai liberi ma è ancora Poggi decisivo da due punti (87-81 al 44′). Nell’ultimo minuto Smith e Veideman sbagliano dalla lunga distanza, Ghersetti segna il libero dell’88-81 finale che regala i due punti agli Stings.

Pompea Mantova – OraSì Ravenna 88-81
(24-17; 36-38; 57-59; 74-74)

Pompea Mantova: Veideman 21, Poggi 18, Ghersetti 14, Raspino 9, Morse 8, Vencato 7, Visconti 6, Maspero 5, Ferrara, Metreveli, Albertini n.e., Guerra n.e.. All. Finelli
OraSì Ravenna: Smith 46, Montano 13, Cardillo 6, Gandini 6, Hairston 5, Marino 5, Masciadri, Rubbini, Jurkatamm, Baldassi n.e., Tartamella n.e., Montgiani n.e.. All. Mazzon

2019-02-25T12:36:44+02:00