Stings ko a Treviso 84-67

Dopo l’amara sconfitta casalinga con Verona, match tutt’altro che semplice per gli Stings sul campo della lanciatissima De’ Longhi Treviso (7 vittorie di fila).
Vencato, Candussi, Jones, Legion e Moraschini al via per i nostri; Musso, Brown III, Fantinelli, Sabatini e Lombardi per i padroni di casa.

Si parte subito con una tripla di Candussi e due bei jumpers di Legion e Moraschini per il 2-7 Dinamica Generale dopo 4 minuti. Mantova difende bene il ferro per tutta questa prima fase. Nonostante alcuni cambi da parte di Pillastrini, Treviso mette a segno solo 3 punti nei primi 7’. Sono Antonutti e Swann a smuovere l’attacco De’ Longhi rimettendo il match in equilibrio, fino al 16-16 di fine quarto firmato Moraschini.

Secondo periodo al via e Mantova appare ben determinata, un positivo Jones e l’energia di Timperi danno il 18-26 dopo 3 minuti. È ancora la difesa a fare la differenza, Treviso fatica terribilmente e il resto lo fa proprio la carica atletica di Marco Timperi che guida i compagni fino al +13 sul 20-33.
Brown ha già 3 falli ma gli Stings non ne approfittano, Fantinelli e Antonutti riportano sotto gli avversari fino al -4. Qualche imprecisione biancorossa da sotto e dalla lunetta ridanno fiducia ai padroni di casa ma, con una buona difesa, si va all’intervallo sul 32-35.

Nei primi minuti di secondo tempo gli attacchi appaiono più sciolti, Legion e Jones sono in palla ma Musso, Lombardi e Fantinelli riportano Treviso in vantaggio (44-39).
Quando però cala la fisicità degli Stings, i padroni di casa dimostrano tutto il loro talento offensivo; Jones e Candussi hanno problemi di falli, servono i punti di Legion e Vencato per restare a contatto (48-43 a 3’ dal termine della frazione).
La partita diventa sporca e cattiva, per qualche minuto nessuno segna e la profondità di Treviso diventa un fattore. Mantova paga una difesa troppo leggera, subendo 25 punti in un solo quarto. Fantinelli e Antonutti strappano la partita con l’allungo che porta al 57-46 a 10’ dal termine.
L’inerzia appare definitivamente dalla parte dei giocatori di Pillastrini; sono Musso e Lombardi a spingere fino al + 16 con 8 minuti da giocare.
Jones con astuzia e tecnica firma un mini-break biancorosso ma anche Imbró mette il suo mattoncino e al 35’ il punteggio dice 70-56. La differenza di energia tra le due squadre è ora evidente, gli Stings perdono il contatto con il match e Treviso rischia di dilagare.
I padroni di casa chiudono con 22 assist su 28 canestri dal campo, il solo Fantinelli ne mette (10) più di tutti gli Stings (8).
Gli ultimi minuti servono solo a determinare il gap definitivo che si fissa sull’84-67.

De’ Longhi Treviso – Dinamica Generale Mantova 84-67
(16-16; 32-35; 57-46)

De’ Longhi Treviso: Brown 7, Antonutti 14, Bruttini, Negri, Musso 6, Swann 21, Lombardi 12, Sabatini 1, Imbrò 6, Barbante, Poser n.e., Fantinelli 17. All. Pillastrini.

Dinamica Generale Mantova: Jones 16, Mei 3. Moraschini 20, Candussi 4, Cucci 7, Vencato 3, Timperi 4, Legion 10, Costanzelli n.e., Ferrara n.e.. All. Lamma.

2018-02-14T19:09:45+00:00 11/2/18|